Ban Clash of Clans: quali sono i software a rischio?

0
1584

Quali sono i software a rischio ban Clash of Clans?

Nei giorni scorsi ti ho parlato della nuova politica di Supercell contro chi utilizza software di terze parti e hack. In questo post, voglio rispondere a “Andrea G.” che tramite un messaggio privato sulla nostra pagina Facebook ci ha scritto:

Un mio amico è stato bannato da Clash of Clans perchè ha comprato delle gemme da un sito, e mi sono spaventato perchè io utilizzo un software per giocare da un portatile. Se mi sconprono mi bannano?

Ban Clash of Clans: quali sono i software a rischio?

La prima ondata di ban causati dall’utilizzo di cheat, hack e mod in Clash of Clans risale a quasi un mese fa, e le prime “vittime” hanno potuto presto tornare a giocare di nuovo. Vista la domanda che mi pone Andrea, ho notato che c’è un sacco di confusione su quali software sono vietati e quali sono tollerati dalla Supercell. Vediamo di fare chiarezza e di vedere uno per uno questi tipi di strumenti.

Software di terze parti a rischio ban Clash of Clans

Naturalmente, non pubblicherò un elenco di tutti questi strumenti. La ragione principale è che non voglio sostenere i creatori di questi cheat, hack e generatori, e non voglio incoraggiare nessuno a utilizzarli.  L’altra ragione è che l’algoritmo di Supercell non è pubblico quindi non c’è un modo sicuro per capire se un Software che viene tollerato lo sarà per sempre.

Pubblicità


Se guardi alla storia recente ti posso dire che molti di questi strumenti ti assicurano che sono sicuri, per poi essere bannato quando Supercell lo scopre: un esempio è accaduto alla prima ondata di ban per chi utilizzava XmodGames.

Come regola generale, ti posso dire che qualsiasi strumento che ti dà un qualche tipo di vantaggio sugli altri giocatori è a rischio ban. Tuttavia qui di seguito ti elenco i software più utilizzati che fino ad oggi non sono stati vietati.

Software di registrazione dello schermo

Semplicemente la registrazione del gioco non è vietata, quindi non dovi temere nulla (a patto che lo strumento non modifichi qualcosa di Clash of Clans).

Dispositivi con Root e Jailbreak

Non verrai bannato, a patto che non utilizzi alcun strumento di modding o cheat vari.

Giocare con emulatori su PC o Mac

Non sarai bannato (a meno che non utilizzi altri strumenti di terze parti per cheat o hack presenti su questi emulatori). Sappi però che se giochi su un PC o Mac con un emulatori, Supercell non ti garantirà il supporto se avrai dei problemi con il gioco.

Ban Clash of Clans: quali sono i software a rischio?

Account multipli

l’utilizzo di più account Clash of Clans su un dispositivo non è proibito, ma non potrai pretendere alcun supporto in caso di problemi. In questo caso, non dovrai temere di essere bannato.

Cosa fare per essere sicuri?

Pubblicità


Non ti giudicherò se sei stato bannato una volta, ma se così è stato è perché hai utilizzato uno strumento per generare gemme o hai sfruttato degli hack. Quindi devi stare molto attento! La prossima volta potresti essere bannoto a vita dal gioco e a nulla servirà protestare e inviare messaggi alla Supercell! Su questo non si scherza, quindi devi essere certo di non usare nessun hack, mod o cheat.

Ecco cosa dovresti verificare

Assicurati di rimuovere qualsiasi hack e cheat dal tuo dispositivo che utilizzi per giocare a Clash of Clans. Non utilizzarli non è sufficiente! Ti basta averli installati e puoi rischiare il ban!
Per essere sicuri devi disinstallare Clash of Clans (per non perdere il tuo Villaggio collegalo al tuo Gamecenter o al Google Play o a Facebook).

Rimuovi la cache di Clash of Clans dalle impostazioni e poi tutto il gioco, dopodichè esegui una nuova installazione dall’ AppStore o dal Play Store

Tieni sempre a mente che Supercell non lascerà perdere dopo questa prima ondata di ban. La loro lotta è in corso e l’unico modo per essere sicuri è quello di non utilizzare uno qualsiasi di tali software proibiti. Ecco le loro dichiarazioni ufficiali (la dichiarazione completa la trovi a questo indirizzo: supercell.com/en/safe-and-fair-play/it/ ).

1. SOFTWARE DI TERZI

I software di terzi consistono in app non approvate che manipolano il gioco. Alterando la funzionalità del gioco, i software di terzi mirano a procurare indebiti vantaggi, mettendo al contempo potenzialmente a rischio gli account e la privacy dei giocatori.

I software di terzi includono:

  • “Hack”, “mod” o programmi che alterano ingiustamente la funzionalità del gioco;
  • “Bot” o servizi oppure script di automazione del gioco;
  • Qualsiasi altro programma che mira a modificare o procurare progressi immeritati.

2. VENDITA NON AUTORIZZATA DI GEMME E ABUSO DELL’ECONOMIA DEL GIOCO

Sfruttando i dati privati e le carte di credito sottratte ai giocatori, certi siti web e individui vendono moneta di gioco in cambio di soldi reali.

Pubblicità


Tali pratiche richiedono dati di accesso privati per poter accedere agli account degli utenti. Mentre sono associati all’account di utenti ignari, gli addetti alle vendite acquistano moneta di gioco con carte di credito rubate o tramite altre frodi di pagamento, senza curarsi delle conseguenze nei confronti dell’utente.

3. ACQUISTO E VENDITA DI ACCOUNT DI GIOCO

Gli addetti alle vendite degli account pubblicizzano account avanzati e attirano i giocatori desiderosi di progredire nel gioco con promesse allettanti quanto irrealistiche.

I rischi associati alle vendite degli account sono i seguenti:

  • Il venditore potrebbe prendere soldi e non dare mai l’account in cambio;
  • Il venditore potrebbe continuare a utilizzare l’account;
  • Il venditore potrebbe vendere lo stesso account a più persone;
  • Lo stato dell’account è sconosciuto: potrebbe essere già sottoposto a sospensione permanente;
  • L’account non sarà mai sicuro: Supercell non è in grado di offrire supporto ad account compromessi;
  • Chi sceglie di spendere denaro sull’account non ne diventerà comunque mai il proprietario.